Lunedì, 02 19th

Last updateMar, 28 Mar 2017 5pm

fonni (15) i569885434187093065 itinerarionaturalistico4g orgosolo (136) territorio7g
Mercoledì, 16 Novembre 2011 11:20

Organi del Gal


Sulla base dell’art 16 dello statuto sono organi del GAL:

L’Assemblea dei soci o di indirizzo, il Consiglio di Amministrazione, Il Presidente, il Comitato Tecnico Scientifico, il Collegio dei Sindaci Revisori.


Assemblea dei Soci o di Indirizzo. E’ costituita dai Soci (Fondatori, Partecipanti, Sostenitori). Alla data di costituzione del GAL (18 giugno 2009) l’Assemblea era così composta: Soci privati n° 197 e n. 25 Soci pubblici, oggi in applicazione del principio della “porta aperta” i soci privati sono diventati 402 e 30 soci pubblici. Nell'Assemblea ogni componente ha diritto ad un voto.

Compiti dell’Assemblea di indirizzo in convocazione ordinaria: approva il bilancio di previsione ed il rendiconto economico e finanziario; elegge i componenti del Consiglio di Amministrazione; elegge il Presidente della Fondazione; approva il Regolamento di Gestione; approva il Piano di Sviluppo Locale e le sue modifiche; stabilisce le linee generali dell’attività della Fondazione ed i relativi obiettivi, programmi, nell’ambito degli scopi e delle attività previste nello statuto; nomina i membri del Collegio dei Sindaci Revisori; determina l’ammontare delle quote di adesione; esprime il proprio parere vincolante sulle proposte del Consiglio di Amministrazione ogni qualvolta si renda necessario.

Compiti dell’Assemblea di indirizzo in convocazione straordinaria: delibera sulle modifiche dell’atto costitutivo e dello statuto, in merito allo scioglimento della Fondazione ed alla devoluzione del patrimonio, sulla nomina dei liquidatori e sui loro poteri, nonché su qualsiasi altro argomento devoluto espressamente alla sua competenza dalla legge o dallo statuto.

Verbali dell’Assemblea

Bilanci


Consiglio di Amministrazione. Il CdA del Gal è costituito da 7 Membri, compreso il Presidente, eletti dall’Assemblea fra i soci. Di cui 5 membri (oltre il 70%) espressione della componente privata della Fondazione, singoli imprenditori, rappresentanti delle parti economiche e sociali, della società civile, rappresentativi degli interessi di sviluppo socio economico e culturale del territorio del GAL. I giovani sotto i 40 anni devono essere almeno quattro (oltre il 50%), come pure le donne (oltre il 50%).

Il Cda è così composto: Presidente Bachisio Falconi (Imprenditore Turistico ed Agroalimentare), Vice Presidente Rinaldo Arangino (Sindaco di Belvì), Consiglieri Luisa Carta, Emanuela Deiana, Alessia Marras, Maurizio Mazoni, Maria Pina Muscau.

Il CdA è investito dei più ampi poteri di amministrazione, sia ordinaria che straordinaria, senza limitazioni, escluso quelle che per legge o per statuto sono demandate all’Assemblea o al Presidente e provvede ad ogni atto relativo al personale.

Delibere del CdA 2011

Delibere del CdA 2012

 

 


Presidente. Rappresenta legalmente la Fondazione nei confronti di terzi ed in giudizio; convoca e presiede l’Assemblea di Indirizzo ed il CdA; adempie agli incarichi espressamente conferitigli dall’Assemblea e dal CdA; propone al consiglio la nomina del Direttore e l’eventuale assunzione del personale; conferisce eventuali incarichi professionali a collaboratori esterni, sentito il parere vincolante del CdA; vigila sulla conservazione dei documenti e provvede alla conservazione dei verbali delle adunanze dell’Assemblea e del CdA;conferisce procure, previa autorizzazione del CdA, per singoli atti o categorie di atti; cura le relazioni con Enti, Istituzioni, Imprese Pubbliche e Private ed altri organismi anche al fine di instaurare rapporti di collaborazione a sostegno delle singole iniziative della Fondazione.


Comitato Tecnico Scientifico. E’ un organo consultivo della Fondazione con funzione tecnica consultiva obbligatoria, ma non vincolante, in merito al programma delle iniziative della Fondazione e ad altre questioni di cui viene investito dall’Assemblea e dal CdA. E’ Eletto dall’Assemblea su proposta del CdA.

Verbali del CTS

Regolamento CTS

 


 

 

Collegio dei Sindaci Revisori. Composto da 3 membri eletti dall’Assemblea scelti fra i soci o tra esperti esterni. Svolge le funzioni di controllo amministrativo, vigila sulla gestione finanziaria della Fondazione, accerta la regolare tenuta delle scritture contabili, esamina le proposte di bilancio preventivo e di rendiconto economico e finanziario, redigendo apposite relazioni, ed effettua verifiche di cassa.  Attualmente i revisori dei conti sono:

Dott.ssa Peppina Loddo             Dottore commercialista

Dott. Palmiro Poddie                    Dottore commercialista

Prof. Salvatore Buttu                     Dottore commercialista

Verbali dei revisori

 


Mercoledì, 16 Novembre 2011 10:02

Il Gal


 Il GAL Distretto Rurale Barbagia, Mandrolisai, Gennargentu, Supramonte  è una Fondazione di Partecipazione, costituita in data 18 giugno 2009.

La Fondazione non ha scopo di lucro e non può distribuire utili. Le finalità si esplicano nell’ambito della Regione Sardegna e persegue:

Lo sviluppo economico, sociale e culturale, la qualità della vita e il benessere delle comunità nelle regioni storiche  Barbagia, Mandrolisai, Gennargentu e Supramonte, mediante la valorizzazione in generale delle risorse specifiche locali ed in particolare delle zone rurali, attraverso un piano di sviluppo locale con una strategia territoriale condivisa tramite analisi, studi, progetti di sviluppo, azioni di coinvolgimento e animazione degli attori territoriali.

La scelta della Fondazione di Partecipazione quale forma giuridica consente di:

  • favorire la massima partecipazione degli operatori alle attività e all’assunzione delle decisioni;
  • garantire il principio della porta aperta, ossia l’ingresso di nuovi soci anche dopo la fase di avvio del GAL;
  • adottare il principio di una testa un voto. E’ il principio fondamentale della democrazia partecipata, ed implica che indipendentemente dal capitale apportato le decisioni vengono assunte con il voto favorevole della maggioranza dei soci presenti.

La Fondazione di Partecipazione è ritenuta idonea a tutelare gli interessi generali individuati nello statuto, riferibili al territorio e pertanto anche a tutela degli interessi dei  beneficiari non associati,  in grado di facilitare i compiti di pianificazione, organizzazione, adozione delle decisioni, coordinamento, distribuzione delle responsabilità, innovazione richiesti ai GAL.

Sono Organi del GAL il Presidente, il Consiglio di Amministrazione, l’Assemblea dei soci, il Collegio dei Revisori, il Comitato Tecnico Scientifico.

Per il raggiungimento dei suoi scopi la fondazione potrà:

stipulare ogni opportuno atto o contratto con Enti Pubblici o Privati, che siano considerati opportuni ed utili per il raggiungimento degli scopi della Fondazione;

partecipare ad associazioni, enti ed istituzioni, pubbliche e private, la cui attività sia rivolta, direttamente od indirettamente, al perseguimento di scopi analoghi a quelli della Fondazione.

promuovere ed organizzare tutte quelle iniziative idonee a favorire un organico contatto con gli altri operatori dello stesso settore o dei settori della cultura, delle tradizioni, della ricerca;

partecipare a bandi regionali, nazionali ed internazionali compresi quelli comunitari per il finanziamento di iniziative coerenti con lo scopo della fondazione, ed in primo luogo al bando per la selezione dei Gruppi di Azione Locale (GAL) e dei Piani di Sviluppo Locale (PSL) in attuazione dell’approccio Leader del PSR 2007/2013 della Regione Autonoma della Sardegna.


Struttura organizzativa e gestionale del Gal

 prevede due aree:

- area gestione amministrativa e finanziaria;

- area animazione e supporto tecnico alla realizzazione del PSL.

All’Area Gestione Amministrativa e Finanziaria sono riconducibili le funzioni di segreteria, protocollo, gestione contabile, assistenza al Presidente ed al Consiglio di Amministrazione; redazione dei bandi e dei progetti esecutivi (con il supporto dell’area tecnica); istruttoria tecnico-amministrativa, valutazione ed impegni di spesa degli interventi; accertamenti di regolare esecuzione degli interventi e controlli; redazione ed invio degli elenchi di liquidazione all’organismo pagatore regionale; implementazione del sistema di monitoraggio con i dati relativi all’attuazione fisica e finanziaria del PSL; rendicontazione e presentazione periodica dei rapporti di esecuzione e certificazione della spesa; assistenza fiscale e consulenza per i rapporti di lavoro in essere all’interno del GAL.

All’Area Animazione e Supporto Tecnico sono riconducibili le funzioni di elaborazione proposte di adeguamento del PSL; promozione e divulgazione del PSL sul territorio, delle opportunità e delle prospettive di sviluppo ad esso connesse; coordinamento ed attività finalizzate all’integrazione di azioni innovative e di sviluppo, sia in collegamento con il PSL che derivanti dalle attività di animazione e promozione dello sviluppo locale in atto; azioni di ricerca, sensibilizzazione ed ascolto sui temi specifici legati alla promozione dello sviluppo del territorio rurale; assistenza tecnica alla attività di programmazione e progettazione partecipativa; realizzazione del piano di comunicazione e di altri eventuali specifici progetti; partecipazione attiva alle reti ed ai progetti di cooperazione con altre aree sia a livello interterritoriale che transnazionale; autovalutazione.

All'espletamento delle funzioni e dei compiti delle due aree contribuisce il personale selezionato, secondo le direttive impartite dal Direttore del Gal.

Le attività di sensibilizzazione e animazione finalizzate alla divulgazione del PSL e sui temi dello sviluppo locale per favorire la nascita e/o il rafforzamento delle reti sociali e istituzionali del territorio, al fine di creare le condizioni di contesto necessarie per l’attuazione del PSL, saranno realizzate dagli agenti di sviluppo con il supporto dell’Agenzia Regionale Laore che allo scopo ha elaborato un apposito Piano di Animazione per l’intero periodo di programmazione (2007-2013).


Martedì, 15 Novembre 2011 17:08

Convocazione Assemblea ordinaria di indirizzo

Convocazione Assemblea ordinaria di indirizzo

 

 

Si informano i signori soci che il giorno giovedì 17 novembre 2011 alle ore 9.30 (in prima convocazione) e venerdì 18 novembre 2011 alle ore 9.30 (in seconda convocazione) presso il Centro Polifunzionale di Belvì è convocata l'Assemblea di indirizzo ordinaria con il seguente ordine del giorno:

Convegno "Verso il Distretto dell'economia sociale nel centro Sardegna: Sviluppo locale e imprenditoria sociale. Un patto per il territorio.

Scarica locandina convocazione Assemblea


"Verso il distretto dell'economia sociale nel centro Sardegna: Sviluppo locale e imprenditoria sociale. Un patto per il territorio" è il tema del dibattito promosso dal Gal Distretto Rurale BMGS, dalla Camera di Commercio di Nuoro e dall'impresa sociale "Nuovi Scenari". 

Il convegno si terrà a Belvì venerdì 18 novembre, a partire dalle ore 9.30, presso la sala del centro polifunzionale.

Giovedì, 10 Novembre 2011 11:16

Bando misura 311

 

 


 

 

Bando misura 311 - Diversificazione verso attività non agricole

 

 

 

azione 1 - sviluppo dell'ospitalità agrituristica ivi compreso l'agricampeggio;

azione 2 - riqualificazione delle strutture e del contesto paesaggistico nelle aziende agricole che offrono servizi agrituristici e/o didattici;

azione 3 - realizzazione di piccoli impianti aziendali di trasformazione e/o di spazi attrezzati per la vendita di prodotti aziendali non compresi nell'allegato I del trattato;

azione 4 - Realizzazione di spazi aziendali attrezzati per il turismo equestre compresi quelli per il ricovero, la cura e l'addestramento dei cavalli con esclusione di quelli volti ad attività di addestramento ai fini sportivi;

azione 5 - Realizzazione di spazi aziendali attrezzati per lo svolgimento di attività didattiche e/o speciali in fattoria;

azione 6 - Realizzazione in azienda di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili.


Il procedimento

Il Bando e gli allegati

Bando per la Misura 311 - Azioni 1, 2, 3, 4, 5, 6 [file.pdf]

Allegato A - riepilogo [file.pdf]

Allegato B - dichiarazione del proprietario [file.pdf]

Allegato C - tabella regionale fabbisogno di manodopera [file.pdf]

Allegato D1 [file.pdf]

Allegato D2 [file.pdf]

Allegato D3 [file.pdf]

Allegato D4 [file.pdf]

Allegato D5 [file.pdf]

Allegato D6 [file.pdf]

 


 

 

Rettifiche e proroghe

Bando rettificato (11 luglio 2011)

Avviso 1^ proroga (scadenza 26 settembre 2011)

Avviso 2^ proroga e rettifica (scadenza 12 ottobre 2011)

Bando 2^ proroga rettificato (19 settembre 2011)

 


 

 

Istruttoria 

Determina istruttoria domande di aiuto

Determina e delibere istruttoria progetti


Procedure per l'abilitazione dei liberi professionisti alla compilazione delle domande on line

Determinazione n. 9751/283 del 13 maggio 2011: Abilitazione dei liberi professionisti alla compilazione delle domande di aiuto e di pagamento relative alla Misura 311 “Diversificazione verso attività non agricole”

Istruzioni per l'accesso al portale SIAN

Modulo di richiesta accesso al SIAN per la compilazione delle domande on line

Modulo mandato di assistenza per la gestione delle domande di aiuto e di pagamento

Nota esplicativa

 


 

 

Graduatorie misura 311

Graduatoria provvisoria Az. 1, 2, 3, 4, 5, 6.

Graduatoria definitiva Az. 1, 2, 3, 4, 5, 6.


Normativa e principali documenti di riferimento

Unione Europea

Regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio, del 21 giugno 2005, relativo al finanziamento della politica agricola comune.

Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Decisione  del Consiglio del 20 febbraio 2006 relativa agli orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (periodo di programmazione 2007-2013).

Regolamento(CE) n. 1320/2006 della Commissione del 5 settembre 2006 recante disposizioni per la transizione al regime di sostegno allo sviluppo rurale istituito dal regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio.

Direttiva  2006/112/CE del  Consiglio del 28 novembre 2006 relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto.

Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 recante disposizioni di applicazione del  regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Regolamento(CE) n. 1998/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 relativo all’applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d’importanza minore («de minimis»).

Regolamento(UE) n. 65/2011 della Commissione del 27 gennaio 2011 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto riguarda l'attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale.

Italia

PSN Aggiornato ottobre 2010

Codice Civile Art 230  bis - Impresa familiare.

L. 24 novembre 1981, n. 689 - Modifiche al sistema penale.

L. 23 dicembre 1986, n. 898 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 27 ottobre 1986, n. 701 , recante misure urgenti in materia di controlli degli aiuti comunitari alla produzione dell'olio di oliva. Sanzioni amministrative e penali in materia di aiuti comunitari nel settore agricolo.

L. 7 agosto 1990, n. 241 - Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi.

D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 - Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa.

D.Lgs. 29 marzo 2004, n. 99 - Disposizioni in materia di soggetti e attività, integrità aziendale e semplificazione amministrativa in agricoltura, a norma dell'articolo 1, comma 2, lettere d), f), g), l), ee), della L. 7 marzo 2003, n. 38.

D.Lgs. 27 maggio 2005, n. 101 - Ulteriori disposizioni per la modernizzazione dei settori dell'agricoltura e delle foreste, a norma dell'articolo 1, comma 2, della L. 7 marzo 2003, n. 38.

D.M. 20 marzo 2008 - Disposizioni in materia di violazioni riscontrate nell'ambito del regolamento (CE) n. 1782/03 del Consiglio, del 29 settembre 2003 sulla PAC e del regolamento (CE) 1698/2005 del Consiglio, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

D.M. 22 dicembre 2009, n. 30125 - Disciplina del regime di condizionalità ai sensi del regolamento (CE) n. 73/2009 e delle riduzioni ed esclusioni per inadempienze dei beneficiari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale.

Sardegna

Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 - REG. (CE) N. 1698/2005 aggiornato aprile 2010.

L.R. 23 giugno 1998, n. 18 - Nuove norme per l'esercizio dell'agriturismo - Abrogazione della legge regionale 20 giugno 1986, n. 32 e modifiche alla legge regionale 23 novembre 1979, n. 60.

Decreto n. 3066/DecA/81 del 21.12.2007 - Anagrafe Regionale aziende agricole. Modalità di avviamento e gestione.

L.R. 5 marzo 2008, n. 3 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione (Legge finanziaria 2008).

Decreto n. 1102/Dec A/32 DEL 09.05.2008 - Riconoscimento della qualifica di imprenditore agricolo professionale (I.A.P.).

Deliberazione n. 46/10 DEL 3.9.2008 - D.M. 20 marzo 2008, n. 1205 “Disposizioni in materia di violazioni riscontrate nell’ambito del Regolamento (CE) n. 1782/03 del Consiglio del 29 settembre 2003 sulla PAC e del Regolamento (CE) 1698/2005 del Consiglio, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)” – Attuazione nella Regione Sardegna.

L.R. 19 gennaio 2010, n. 1 - Norme per la promozione della qualità dei prodotti della Sardegna, della concorrenza e della tutela ambientale e modifiche alla legge regionale 23 giugno 1998, n. 18 (Nuove norme per l’esercizio dell’agriturismo e del turismo rurale).

Deliberazione n. 26/22 DEL 6.7.2010 - Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-2013 - Riduzioni ed esclusioni. Recepimento del decreto ministeriale 22 dicembre 2009, n. 30125, recante la “Disciplina del regime di condizionalità ai sensi del regolamento (CE) n. 73/2009 e delle riduzioni ed esclusioni per inadempienze dei beneficiari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale”.

Determinazione n. 1208/18 DEL 27.01.2011 - Programma di Sviluppo Rurale per la Sardegna 2007/2013. Asse 4 “Attuazione dell’approccio Leader”. Approvazione del “Manuale dei controlli e delle attività istruttorie” delle misure 311, 312, 313, 321 esclusa l’azione 5, 322, 323 esclusa l’azione 1, da attuare con l’approccio Leader di cui alla misura 413 “Attuazione di strategie di sviluppo locale – Qualità della vita/diversificazione”.

Manuale dei controlli e delle attività istruttorie - Misure connesse agli investimenti - Misure a bando GAL: Misura 3.1.1 – Azione 1, 2, 3, 4, 5, 6; Misura 3.1.2 – Azione 1, 2, 3; Misura 3.1.3 – Azione 1, 2, 3, 4; Misura 3.2.1 – Azione 1, 2, 3, 4; Misura 3.2.2 – Azione 1, 2; Misura 3.2.3 – Azione 2, 3.

Criteri di selezione delle operazioni per le misure: 311 –312 – 313 – 321 – 322 – 323

Allegato 2 “Riduzioni ed esclusioni”

GAL Distretto Rurale BMGS

Determinazione N. 14105 /569 del 14 luglio 2010 - Programma di Sviluppo Rurale per la Sardegna 2007/2013. Asse 4 “Attuazione dell’approccio Leader” – Misura 413 “Attuazione di strategie di sviluppo locale – Qualità della vita/Diversificazione”. Approvazione del PSL del GAL “Distretto Rurale Barbagia Mandrolisai Gennargentu Supramonte”.

Verbale CdA del 23 marzo 2011Approvazione del bando sulla misura 311

Parere di conformità

Verbale CdA 31 maggio 2011 - Parere di conformità sul bando misura 311. - Presa d’atto delle modifiche proposte.

Verbale del CdA del 11 luglio 2011Rettifica bando.

Verbale del CdA del 19 settembre 2011 – Rettifica e proroga bando.


Informazione e animazione

Conferenza stampa   (24 giugno 2011)

Convocazione conferenza stampa

Nota stampa

Copertina conferenza stampa

Locandine incontri di animazione

Locandina incontri Tiana, Gavoi, Fonni

Locandina incontri Desulo e Meanasardo

Locandina incontro Ovodda

Note tecniche e Presentazioni

Generale

Azione 1

Azione 2

Azione 3

Azione 4

Azione 5

Azione 6

Presentazione bando misura 311

 

Assistenza tecnica ai beneficiari

Presentazione - Sorgono 12 marzo 2012

Nota tecnica Generale - misura 311

Nota tecnica Azione 1

Nota tecnica Azione 2

Nota tecnica Azione 3

Nota tecnica Azione 4

Nota tecnica Azione 5

Nota tecnica Azione 6

 

 


Social Bookmark

FacebookTwitterLinkedin
Pin It

Pagina facebook

Twitter

GalBMGS GAL BMGS - Progetto Natour, Prima Study Visit https://t.co/H7b0rtQsKi
GalBMGS GAL BMGS - Progetto Natour, Seconda Study Visit https://t.co/AEZFqIW48x
GalBMGS CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SOCI GAL BMGS-LODINE 18/06/15 ALLE ORE 18,00 in seconda convocazione PRESSO LA SALA POLIVALENTE DEL COMUNE DI LODINE
GalBMGS Chiusura uffici GAL BMGS. http://t.co/eEFDUmk5Gi

Newsletter

Contattaci

Dove siamo

Via Bulgaria, sn  - 08038 Sorgono (NU)

Tel.  0784/1898040 - 3298447618 -
Fax. 0784/1898049  
Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC:    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Dove siamo:       come raggiungerci
Privacy
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information